Come creare un sito web gratis?

La realtà dei siti web è così tanto estesa che, secondo degli studi effettuati in merito, durante tutta la propria vita non si avrebbe tempo – se lo si volesse – di visitare, anche solo per un secondo, tutti i siti web che sono presenti nella realtà di rete. In altre parole, si tratta di un mercato che ha avuto successo e che tutti tentano di sfruttare nel modo migliore possibile, sia per guadagno, sia per condivisione di contenuti. Molto spesso ci si ritrova di fronte a degli interrogativi: come realizzare un sito web aziendale?

Come creare un sito web professionale per la gestione dei contenuti? Come creare un blog per condividere i propri pensieri o informazioni? Per quanto la differenza strutturale tra un blog e un sito web la si avverta molto spesso, realizzare dei siti richiede sempre una stessa logica che deve essere seguita. Creare un sito web gratis e non servendosi di professionisti è possibile, ma come?

Come creare un sito web: informazioni preliminari da conoscere

Prima di procedere con tutte le definizioni strutturali che sono relative alla creazione del proprio sito web gratuito, è fondamentale chiarire alcune definizioni iniziali, in modo da conoscere informazioni preliminari di cui servirsi per la realizzazione del proprio spazio da inserire all’interno della dinamica globale di rete. Innanzitutto è fondamentale definire l’obiettivo della propria realizzazione: cosa si vuole fare con il proprio web?

Pubblicizzare un prodotto o fare informazione? Condividere pensieri o materiale di altra natura? Questa definizione è importante per l’impostazione strutturale del proprio sito, che dovrà essere organizzato secondo sezioni e contenuti in modo assolutamente non casuale.

A partire dalla definizione iniziale del sito che si vuole realizzare, si può procedere con il lato tecnico che è fondamentale nella creazione di un sito web. Tutti i siti si agganciano a degli hosting, che servano ad ospitare il sito stesso e a inoltrare la richiesta di accesso che avviene digitando un determinato URL.

Sul mercato sono presenti tantissimi hosting differenti, ma non tutti sono gratuiti: bisognerà pagare per la gestione di un dominio affiliato a delle agenzie o a delle piattaforme specifiche, oppure ci sarà bisogno di un pagamento che avvenga secondo contratto, se il dominio che si vuole scegliere è già presente sul web. Allo stesso tempo, ovviamente, gli hosting sono disponibili anche per coloro che non vogliono pagare per l’acquisizione di un dominio: si tratta di domini gratuiti che tutti possono acquisire.

Come creare un sito web gratuito con CMS

A questo punto, è fondamentale capire come si possa procedere con la personalizzazione del dominio, al fine di realizzare il sito web gratuito di cui si ha bisogno. Se l’intento è quello di farlo in modo gratuito, in assenza di professionisti e di altri pagamenti da destinare allo spazio di rete che si occupa, un ruolo chiave è quello del CMS (Content Management System), un sistema di gestione dei contenuti che permette, essendo un software adibito a questo scopo, di realizzare uno spazio di rete personalizzando il proprio dominio e gestendolo secondo le proprie esigenze.

Uno dei CMS più celebri che sono presenti sul mercato e che permettono di realizzare il proprio sito web in modo del tutto gratuito è WordPress. Utilizzare questo CMS è tutt’altro che difficile, dal momento che offre potenzialità e funzioni del tutto simili a quelle di un naturale dispositivo come Word.

Questo servizio si propone sul mercato attraverso la sua semplicità di utilizzo e attraverso schermate intuitive e di facile interazione, che permettono a tutti coloro che si rapportano alla realtà del web di personalizzare i propri contenuti e il proprio spazio. Ovviamente, la personalizzazione di un sito web e delle sue sezioni non ha dei parametri fissi, nonostante WordPress offra dei temi gratuiti e dei suggerimenti di personalizzazione.

Bisogna, comunque, ricordare che ci sono dei limiti nell’utilizzo di un software come WordPress che, essendo gratuito, non offre tantissimo spazio di archiviazione e soprattutto non dà la possibilità di inserire banner pubblicitari. Oltre tutto, il nome del proprio sito sarà seguito da .wordpress.com, a meno che non si acquisti il piano premium che permetterà di eliminarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *