Conto corrente o conto deposito online, quale scegliere

Molti risparmiatori si trovano coinvolti nella scelta di un conto corrente o un conto deposito, specialmente se hanno un capitale da investire: meglio avere un rendimento oppure la comodità di effettuare la gestione di spese e bonifici bancari? Quale scegliere e cosa è più adatto alle proprie esigenze: meglio dei conti deposito online o tenere un conto corrente online o classico?

Risparmio, conto corrente o conto deposito online

Per la situazione finanziaria attuale dell’Italia e del sistema bancario, i risparmiatori si trovano tra due fuochi: è meglio optare per un conto deposito online che offra un tasso di interesse annuo oppure depositare i soldi in un ormai classico conto corrente online? Certamente, entrambi sono due strumenti finanziari altamente validi e hanno un impatto notevole sulla gestione quotidiana del proprio patrimonio. Tuttavia, esistono delle differenze molto evidenti tra i due, nonostante le somiglianze. Conoscere questa diversità diviene fondamentale per il cliente che vuole mettere al sicuro il proprio capitale in quanto è il primo passo per una corretta e consapevole gestione dei soldi. Per prendere una direzione consapevole e non rischiare di sbagliare, ecco di seguito le differenze, i vantaggi e gli svantaggi tipici dei due prodotti in ambito finanziario.

Che cos’è un conto corrente

Il conto corrente è lo strumento finanziario più diffuso in Italia, visto che i titolari di questo tipo di conto sono praticamente quasi tutti gli italiani. Il motivo è la semplicità d’uso e la possibilità di accredito diretto della pensione o dello stipendio, di pagare bollette e altri oneri anche attraverso l’home banking e aprire dei piccoli finanziamenti. Possono aprire il conto corrente i cittadini privati e le aziende, tramite il titolare. Uno dei grandi vantaggi è quello di possedere un codice IBAN, utile per inviare e ricevere bonifici.

Differenze e vantaggi conto deposito

I conti deposito online e classici invece sono dei prodotti finanziari di altra natura: si tratta di un contratto bancario in cui il cliente affida un capitale alla Banca, la quale applicherà un tasso remunerativo. A differenza del conto corrente, esso permetterà il versamento del capitale e l’accesso a dei tassi di interesse vantaggiosi, a seconda dell’offerta dei vari istituti di credito. Tuttavia, per aprire un conto deposito è necessario un conto corrente d’appoggio. Questo perché deve fare da garanzia per il ricevimento di denaro tramite pensione o stipendio e i prelievi di denaro per le spese quotidiane. Questo non vuol dire che bisogna necessariamente aprire un conto corrente prima di uno di deposito presso la stessa Banca, perché si può garantire l’eventuale liquidità anche con uno dei due prodotti finanziari emesso da un altro istituto di credito. Alcuni istituti bancari offrono l’opzione di vincolare il capitale versato sul proprio conto corrente: lo scopo è accedere a dei tassi di interesse più alti.

Vantaggi conto deposito online

I prodotti online sono più vantaggiosi in quanto si ammortizzano le spese. Nel caso di questo conto di risparmio a rendimento fisso o variabile, nella versione online non solo si può avere l’aumento del rendimento con l’aumentare della giacenza del capitale e le somme ricevute sono soggette ad aliquota, bensì non si hanno costi annuali e commissioni di apertura, oltre che l’esenzione dal pagare l’imposta di bollo sul conto deposito e sul denaro vincolato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *