Prestiti per pensionati: regole età massima, simulazione e documenti per il finanziamento

Le tipologie di prestiti per pensionati che gli istituti bancari mettono a disposizione dei propri clienti sono molte e spesso è complicato effettuare la scelta della banca alla quale fare affidamento per proporre la richiesta. Ecco perché qui di seguito verranno elencate alcune simulazioni di prestiti per pensionati con elencati tutti i requisiti (per consultare il regolamento completo vi indirizziamo a 24Economia nella sezione riservata ai prestiti per pensionati) e le certificazioni necessarie per effettuare la domanda.

Esempi di prestiti per pensionati Findomestic con rata mensile e requisiti

Cominciamo ad effettuare la prima simulazione con la Findomestic, che dà la possibilità ai suoi clienti pensionati di usufruire di un prestito, ma bisogna avere i seguenti requisiti: un’età inferiore a 75 anni e la residenza in Italia.

Al momento dell’avvio della pratica per la richiesta del prestito si dovranno allegare: la copia del documento di identità dell’intestatario del conto sul quale verrà accreditato il prestito, le copie di due cedolini pensione e il modello Obis o CU. Alla Findomestic si potrà ovviamente richiedere la cessione del quinto, per cui un prestito per un pensionato di 12 mila euro potrebbe ad esempio essere restituito in 120 rate da 136 euro al mese con interessi fissi: tan al 6,46% e taeg al 6,65%. La Findomestic concederà il prestito a zero spese istruttorie, di commissioni e di bollo.

Prestiti Agos per pensionati: le regole

Per ottenere un prestito dalla società Agos invece, è necessario recarsi ad uno degli sportelli con la copia dell’ultimo cedolino per dimostrare effettivamente l’ammontare e la tipologia di pensione percepita.

Ad esempio un prestito di  30 mila euro verrà elargito con i rispettivi interessi: tan fisso al 3,70% e taeg fisso al 5,07% e potrà essere restituito in 120 rate da 371 euro al mese, escluse però alcune commissioni, tra cui le spese per rete distributiva che si aggirano attorno a mille euro e le spese d’istruttoria di circa ottocento euro.

Prestiti personali Fiditalia per pensionati e documenti richiesti

Fiditalia invece concede prestiti personali a pensionati di età non superiore a 72 anni, ma al momento dell’invio della richiesta di attivazione si necessita anche della firma di un garante su richiesta di Fiditalia. I documenti necessari per richiedere un prestito in questa filiale sono: la fotocopia di un documento d’identità in corso di validità, il codice fiscale, l’ultimo cedolino della pensione e una bolletta di utenza intestata.

Un prestito di 12 mila euro, verrà erogato con una rata mensile di 204 euro e con tassi di interesse fissi: tan 7% e taeg 7.89%. Non è prevista l’aggiunta di ulteriori spese accessorie e l’importo finale in questo caso sarà di 14.982 euro.

Finanziamenti pensionati Compass: simulazione ed esempio

Alla Compass il medesimo prestito lo si potrà richiedere con la modalità di rimborso della cessione del quinto e la somma di 12 mila euro si potrà restituire a 220 euro al mese con tan fisso al 9.90% e taeg fisso al 11.03%. In questo caso però vanno aggiunte anche delle spese accessorie che si aggirano intorno alle 120 euro.

Non vengono richieste particolari garanzie e bisogna presentare alla Compass i seguenti documenti: la copia di un documento di riconoscimento , la copia di un documento attestante il codice fiscale e la copia del giustificativo di reddito. A differenza delle altre banche però, la Compass fissa 70 anni come età massima per la cessione di un prestito per pensionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *