Si parte sempre da zero: come cercare lavoro anche senza esperienza

È arrivato il momento in cui devi e vuoi cercare lavoro per necessità economiche e desiderio di indipendenza. Così arrivano anche tutte le paure e gli ostacoli che fanno parte di questa nuova avventura. In particolare, questa nuova sfida fatta di timori e novità è la tappa di partenza per chi si affaccia alla prima esperienza lavorativa: se percepite difficoltà nella ricerca di lavoro e non vi sentite all’altezza per la scarsa esperienza, non abbiate paura! L’esperienza si guadagna mettendo alla prova le proprie capacità e lavorando e gran parte di ciò che riuscirai a fare dipende dalla tua forza di volontà. Chi trova lavoro non sempre è al settimo cielo, perché trovare quello dei propri sogni non è semplice, anzi talvolta è impossibile.

Crea la tua esperienza lavorativa

L’esperienza si acquisisce con il tempo e con le azioni messe in atto nella propria vita. Se si riflette sulla parola “esperienza” si può comprendere quanto sia fatta di concretezza anche l’esperienza lavorativa. Dal vocabolario, la parola “esperienza” è spiegata con: “conoscenza diretta, acquisita personalmente con l’osservazione, con l’utilizzo e la pratica in una determinata circostanza della realtà”. In poche parole, l’esperienza si fa sul campo.

Inizia dal tuo percorso formativo che può essere una scuola o corso professionale, tecnico, universitario o la scelta teorica e tecnica che si applica nelle accademie.

Con la formazione giusta avrai la possibilità di arricchire le tue conoscenze ed affinare le tue potenzialità che potrai riportare in futuro in ambito lavorativo. Tenersi aggiornati con workshop, corsi di aggiornamento, certificazioni e attestati, sarà la dimostrazione dell’impegno e dedizione nella vostra crescita personale e professionale.

Crea la tua occasione lavorativa

Dopo o durante il periodo di formazione ci sono diverse possibilità per poter mettere in atto tutte le nozioni e conoscenze acquisite. Tra le varie proposte troviamo le possibilità di stage aziendali, collaborazioni in attività autonoma, lavori part time e assunzioni tramite agenzie interinali.

Lo stage è una soluzione precaria che non garantisce un’indipendenza economica adeguata ma può essere l’occasione di intraprendere un percorso lavorativo senza avere esperienza direttamente nel campo. Lo stagista avrà la possibilità di applicare la formazione ricevuta dall’azienda e di toccare con mano il lavoro in cui sarà coinvolto. La retribuzione dello stagista si aggira su un rimborso spese tra i 250/600 euro per una durata minima di tre mesi fino ad un massimo di un anno.

Le prime esperienze lavorative si possono fare soprattutto in determinati settori, in cui è molto presente il contatto con il pubblico e l’attività di vendita. È un settore in cui è necessaria l’esperienza fatta sul campo insieme ad una buona padronanza di linguaggio ed una presenza curata. Per lavorare al pubblico e in ambito commerciale è richiesta una propensione al contatto con il cliente ed una flessibilità oraria. La ricerca di personale è orientata su figure come commessi in grandi supermercati, addetti vendita in negozi di abbigliamento, profumerie, casalinghi, promoter per promuovere vari tipologie di prodotti e spingere la vendita, operatori di call center promotori di contratti di servizi come telefonia, energia elettrica, ecc…

Parlando di altri lavori che comprendono il contatto con il pubblico ma che si discostano dall’ambiente del centro commerciale, ci affacciamo nel settore della ristorazione, incontrando una forte richiesta di barman. Conosciuto più comunemente come barista, è un lavoro che risulta laborioso sotto tanti punti vista, dall’orario faticoso ed impegnativo per gli orari che svolge, per la predisposizione al contatto con il pubblico e gentilezza e sorriso stampato sul viso. È un lavoro faticoso ma può risultare anche divertente. Fare il barista non è scontato, si comincia sempre imparando a fare un buon caffè e domando la macchina da caffé professionale. Il passo successivo è trovare la tecnica affinata per un cappuccino perfetto!

Se poi ci si scopre appassionati è possibile diventare dei veri e propri professionisti, specializzati nella preparazione dei cocktail più strani.

Siate pazienti e non sfiduciatevi nella ricerca di lavoro. Continuate ad andare incontro al vostro desiderio e a ciò che vi rende felici. Avete appena iniziato la vostra passeggiata nel mondo del lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *